martedì 25 marzo 2008

Mi si sospende Blogbabel

Da qualche giorno a questa parte (credo da Pasqua, perché sabato mattina funzionava ancora) la più nota ed efficace - ed immagino anche ampia - lista e classifica di blog italiani, Blogbabel, è sospesa ed i suoi servizi inutilizzabili. È ironico che ciò sia avvenuto non più tardi di dieci giorni dopo che, finalmente, ero riuscito ad inserire nel blog l'appletino Flash per visualizzare la mia posizione in classifica e l'escursione dal giorno precedente (un rimasuglio è tuttora visibile nella casella Strumenti sulla sidebar destra).

Ciclicamente, da quel poco che seguivo, emergevano polemiche in merito alla classifica, alle posizioni ed ai criteri di indicizzazione; polemiche, a dire il vero, quasi sempre portate avanti da blogger vanesi che si lamentavano per essere sottostimati rispetto alla realtà. Da quel poco che ho capito, e che si può arguire leggendo i link indicati nella pagina che ho già segnalato, pare che stavolta il motivo sia diverso e, sotto certi aspetti, ancora più paradossale. Sembrerebbe, infatti, che un blogger misantropo abbia chiesto di essere eliminato dalla classifica, ché i tenutari del sito avrebbero guadagnato grazie ai contenuti leggibili in feed, e che al diniego di questi abbia fatto partire querele.

Sinceramente, mi pare abbastanza grottesco che uno minacci querele perché la gente può leggere il suo sito, e perché il traffico di questa via di mezzo tra un aggregatore ed un motore di ricerca tragga vantaggio, senza adeguato compenso economico, dai suoi post. Ma, sicuramente, mi sfuggirà qualche importante dettaglio...

3 commenti:

tilde ha detto...

La situazione è un pelo più complessa.

Ti rimando a questo tumb-post in cui c'è anche un link riguardo ad una conversazione nei gruppi di google a proposito della faccenda, iniziata dallo stesso Filter e cui han risposto Ludovico Magnocavallo (il Ludo di BB, appunto), Giovanni Barbieri (Giovy, avrai magari visto il suo profilo tra i miei friends su Facebook), Matteo Balocco (Totanus in the net) ecc.

Io sinceramente non ho una ben definita idea, un chiaro schieramento, anche perchè da un lato è vero che BB viola, per certi versi, alcune normative su privacy di blog e similia, ma d'altro canto se scrivi su un blog la tua privacy è automaticamente scemata; esistono tuttavia normative in rete, ma che pochi rispettano; e lo stesso sistema di BB non permette di farlo, dal momento che lo stesso autore del blog può segnalare il proprio, ma anche un altro può farlo. E insomma, mille pro e contro, dietrologie, polemiche, piccoli e grandi problemi che han creato il gran pasticciaccio.

Con anche comprensibile rammarico da parte degli organizzatori perchè - questo te lo posso assicurare - non è un lavoro da poco, lo star dietro al bebè BlogBabel.
Anche l'intervista, tòh.

Cassa ha detto...

Quello che vorrei sapere (dal momento che sembra tu conosca personalmente uno dei membri del Comintern blogbabeliano (avevo già letto Totanus) è...quant'è l'interesse economico?

Non che io sia uno di quelli che se ci fate dei soldi voglio una percentuale, ma in effetti se ci sono soldi in ballo ci sono anche leggi, leggine e degenerazioni varie...

Juliet ha detto...

....quindi la cosa è seria....