domenica 9 marzo 2008

Lo sgarbo di Sgarbi

La questione segnalatami da Cristian nel commento merita un piccolo post. Uno di quelli di stronzate, sia chiaro.A proposito, non è che condivida questa idea di trasformarmi in un juke-box polemico - quindi, Cristian, datti una regolata.

Visto che l'indirizzo che segnala nel commento non funziona, per prima cosa diciamo che il link da leggere è questo. Avevo sentito la notizia, non avevo però colto che la proposta fosse di farlo alla Bicocca. Il primo commento è lo stesso di Cristian. È un'ideona! Anzi, a mio avviso non ci sarebbe bisogno nemmeno di alcun intervento urbanistico (né di andare in giro per Milano a raccogliere signorine per concentrarle tra via Sarca e la stazione del treno). Basterebbe semplicemente far pagare un biglietto per entrare a Scienze della Formazione Primaria, o di Sociologia, o - ancora - di Psicologia.

Più seriamente, non sono assolutamente dell'idea che le case alla Bicocca siano scatole di scarpe senz'anima. Anzi, è stato proprio un magnifico intervento di risanamento urbanistico.
E poi ci sarebbero i discorsi sulla dignità della donna, sulla qualità della vita, sulla criminalità e lo sfruttamento. Ma, si sa, lasciano il tempo che trovano. Finché Marcello si oppone, comunque, sappiamo che l'intera comunità ciellina milanese non permetterà che questo accada.

Viva CL, dunque! Ovviamente scherzo, non vandalizzatemi il blog!

3 commenti:

tilde ha detto...

Apologia di Cristian: il link funge, eccome.

Per il resto, come dicevo iersera, un'ottima occasione per ottenere l'agognata felicità. :-D

Cristian ++ ha detto...

Grazie tilde!
Vedo che sei arrivata da poco su blogger, benvenuta!
Si deduce da alcuni tuoi commenti che sei fisica...se non sono indiscreto, come sei capitata da queste parti?

tilde ha detto...

E di che? :)

Su blogger ci sono da molto, moltissimo per i miei gusti. Ma sotto diverse - seppur equivalenti, a conti fatti - spoglie.

Se la memoria non m'inganna, scrissi, mesi e mesi or sono, in diverso loco, un post che commentò Daniel Colm. Poi, saltellando qua e là, dai suoi link o commenti, son finita anche qui. Ergo, a questo punto, bisognerebbe chiedere a lui dove e come mi scovò anche se, da quel che ho capito, non doveva essere ardua impresa.

Caso, purissimo Caso.
Un po' come il fatto che io faccia finta di ess... ehm, sia fisica.
Caso, purissimo Caso.
O quasi. :D