giovedì 21 febbraio 2008

Verso il patibolo

Ormai sto per prepararmi il pranzo; l'ultimo pasto del condannato. Poi uscirò di casa, prenderò l'autobus fino a Bergamo.
Senza fretta, il primo treno per Milano.
Con meno fretta ancora, il lungo viale in mezzo al quale passa il tram.
Senza guardare in faccia a nessuno prenderò posto nell'aula - ci sarà ressa, credo.
Poi inizierà l'Esame.

Vorrei poter essere più ottimista; e, del resto, all'appello del 4 febbraio lo ero. Ma poi si è visto com'è andata.

3 commenti:

Juliet ha detto...

so come ti senti, è capitato anche a me...tranquillo, è solo un esame.....ci ha scommesso del tempo su, è vero...il prof è una str...è vero anche qst...ma tu sei superiore.....è SOLO un esame.... :)

Ammiraglio Vlad ha detto...

Potresti affogare la tua paura in speranze lisergiche... Funziona.

Cristian ++ ha detto...

Esagerato! Va bene sentire l'Esame! Va bene che quest'Esame è l'Esame del terz'anno! Va bene che dicono che fatto quest'Esame si è laureati. Oddio... in realtà... hai ragione!