giovedì 14 febbraio 2008

Sempre più grottesco

La situazione sta degenerando. Per il Silvio questo simbolo non ha storia.

Se lo dice lui avrà ragione di sicuro

Ricordiamo che, per questo simbolo, si è combattuto per anni a suon di avvocati e ricorsi in tribunale, e che esiste un filo conduttore non interrotto che risale all'alba della repubblica, ed arriva - tra le procelle della Storia fino ai giorni nostri.
Simbolo della Democrazia Cristiana, lo scudo crociato passa al Partito Popolare Italiano fondato da Martinazzoli, al tempo segretario DC, per affrontare - a mio avviso non è stata la pensata del secolo, ma óter - con meno peso l'Italia post-Tangentopoli, legittimo erede della Democrazia Cristiana nonostante la perdita del CCD di Casini e Mastella (con simbolo velacrociato) - bisogna ricordare, lo volevo fare ieri, che il traditore Mastella è già passato una volta dal centrodestra al centrosinistra via Cossiga, e che scandalizzarsi solo adesso è troppo facile. In seguito al ciclone Berlusconi il Partito Popolare Italiano si spacca - a casa mia si dice per colpa di Buttiglione, ma come si sa il torto non sta mai solo da una parte, benché ci siano responsabilità oggettive, in quanto l'allora segretario conclude un accordo con il Silvio - che era qualche tempo che cercava disperatamente di attrarre i democristiani, ed Andreotti/Martinazzoli lo avevano preso a pesci in faccia - nel 1995 contro il Consiglio Nazionale del partito, e porta ad una grave scissione; per cui, essendo da Statuto il segretario ad essere il tenutario del simbololo, il CDU di Buttiglione si porta via, col suo 2%, lo scudo crociato. Agli altri rimane il nome di Partito Popolare, ed Il Popolo - glorioso organo di partito messo in soffitta per un ben più scialbo Europa. Buttiglione, a dire il vero, è un altra bella trottola, e tra il 1998 ed il 2001 si porta dietro il suo scudocrociato prima attaccando da destra il CCD, poi andando nel centrosinistra con l'UDR di Cossiga, poi tornando nel centrodestra, un po' qui e un po' lì fino alle liste del Biancofiore (2001) ed all'UDC(2002). Che, anche se può infastidire, detiene legittimamente il glorioso simbolo. Che, anche se qualcuno che ha molte televisioni ritiene sia senza storia, è stato abbozzato dal primo presidente della Regione Sicilia, tale Alessi, e scelto da don Sturzo allora in esilio (fonte Wikipedia).

1 commento:

Ammiraglio Vlad ha detto...

È che il programma segreto del Silvio è passare alla storia per aver superato la DC in lerciume tra tangenti e corruzioni, ma la vedo dura...

Touché