lunedì 17 dicembre 2007

Che bella compagnia!

Il nostro LUI...

Indovinate...anche LUI è un blogger.



Sono sempre un po' in difficolta quando si tratta di dare un parere su più o meno sanguinari e/o autoritari capi di Stato. Perché, come tutti, hanno estimatori e detrattori...anche il peggiore dei dittatori ha chi lo sostiene, così come il più democratico e liberale dei leader liberaldemocratici ha chi lo vede come fumo negli occhi. E difficilmente riesco ad immedesimarmi al punto di vedere un Capo con gli occhi del suo popolo. Potrei, certo, limitarmi a considerare tutto e tutti tarandoli sul mio metro di lettura, di occidentale moderatamente benestante, sostanzialmente refrattario a ciò che lo circonda, e con quel poco di amor di paradosso che basta per scandalizzare (anche qui, moderatamente) i miei interlocutori.


Posso quindi ritenere che il Nostro, nell'ordine, farebbe di tutto per eliminare Israele, esponendo così concretamente il mondo ad una guerra mondiale, che sia una balla il suo volere il nucleare per soli scopi civili (se anche la mediocerrima Italia mette in orbita un satellite militare camuffandolo con scopi di protezione civile, chissà gli stati con VERA volontà di potenza cosa combinano), che sia delirante il suo negare lo sterminio e promuovere convegni di storici revisionisti, che sono contrario allo stesso concetto di "Repubblica Islamica", che secondo me le potenze coloniali facevano bene a restare a "coloniare" ché ci sarebbero stati meno problemi...ma nonostante tutto non riesco a farmelo essere antipatico...ho anche ascoltato il suo ultimo intervento all'Assemblea Generale dell'ONU e - come dire - non che fossi d'accordo con lui, ma dal suo punto di vista aveva senz'altro ragione, ed a suo onore una retorica mica male, che anche l'incerta traduzione simultanea riusciva a rendere.



Se solo si convertisse alla cravatta...

5 commenti:

Cristian ++ ha detto...

Alla fine non ho resistito ed ho fatto una capatina sul sito... meriterebbe un commento un po' articolato, ma voglio evitare di aprire un blog in mezzo ai tuoi commenti. Il padrone di casa sei tu...

Cassa ha detto...

Ma in questo modo non hai lasciato nessun commento...

Il Moralizzatore ha detto...

Eh oh, se l'ha aperto anche Mastella dobbiamo aspettarci personaggi ben più inquietanti...

Ammiraglio Vlad ha detto...

Una cosa in comune ce l'hanno, LA MODERAZIONE DEI COMMENTI! Mortacci loro!

Cristian ++ ha detto...

Ok, allora non mi lascio pregare ulteriormente. Com'era il blog? Diciamo che ha centrato le (mie) aspettative: devoto, giusto verso il suo popolo (stile un governatore deve essere servo del suo popolo )e in generale illuminato verso i non-iraniani.
Questo almeno per il lettore medio occidentale (europeo) che legga in modo ingenuo [oppure per il giornalista italiano medio... chi ha orecchi per intendere, intenda).
Essere ingenui vuol dire dimenticarsi per un attimo che si sta parlando di Iran e non di Stati Uniti, Finlandia o Svvezia; oppure dimenticarsi che anche quest'anno Amnesty International ha documentato casi di violazioni dei diritti umani nel paese (il rapporto di Amnesty si trova sul sito www.amnesty.it).
Quindi, un blog da prendere assolutamente con le pinze, anche se la novità colpisce (e il pensiero di poter scrivere ad un personaggio che potrebbe essere protagonista di una futura guerra nucleare fa venire i brividi).

@ ammiraglio vlad: strano per la moderazione dei commenti (sul blog di Ahmadinejad) dato che in un paio di commenti gli augurano di morire lentamente e sono pubblicati.
Per il resto, non mi sorprende che il blog di Mastella sia moderato.